Decreto liquidità: nuove misure per le imprese

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Liquidità approvato dal Consiglio dei Ministri, diventano operative le misure a supporto di imprese, artigiani, autonomi e professionisti.

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del Decreto Liquidità approvato dal Consiglio dei Ministri, diventano operative le misure a supporto di impreseartigianiautonomi e professionisti.
Si tratta di una misura straordinaria per garantire alle imprese, piccole e grandi, tutta la liquidità di cui necessitano per far fronte a questa fase di emergenza dovuta al Covid-19.

In particolare la misura prevede un plafond di garanzie dello Stato da 200 miliardi di euro, che consentirà alle aziende di far fronte all’impatto economico ed operativo delle imprese. La garanzia, attivata in tempi brevi grazie al coordinamento delle istituzione e di SACE ( società per azioni del gruppo italiano Cassa Depositi e Prestiti[linkhttps://www.cdp.it/sitointernet/it/homepage.page], specializzata nel settore assicurativo-finanziario, nell’assicurazione del credito, nelle garanzie finanziarie, nelle cauzioni e nel factoring) fornirà supporto operativo per il rilascio della garanzia dello Stato. 

Il finanziamento garantito dallo Stato è un prestito di durata non superiore a 6 anni con la previsione di un periodo di preammortamento di 12, 18 o 24 mesi. Il finanziamento beneficia di una garanzia statale che può andare dal 70% al 90%, a seconda delle dimensioni dell’azienda. Il soggetto che eroga il finanziamento conserva, quindi, una quota del rischio associato. 

Tali finanziamenti possono essere richiesti fino al 31 dicembre 2020 da qualsiasi tipologia di impresa indipendentemente dalla dimensione, dal settore di attività e dalla forma giuridica purché in possesso dei seguenti requisiti:

  • sede in Italia con destinazione dei finanziamenti richiesti verso stabilimenti italiani;
  • imprese che non erano in difficoltà al 31.12.2019 ma che hanno affrontato o che si sono trovate in difficoltà successivamente all’epidemia di Covid-19;
  • imprese che hanno già utilizzato il Fondo Centrale di Garanzia fino a completa capienza.

Il finanziamento garantito dallo stato viene erogato dalle banche, istituzioni finanziarie nazionali e internazionali e altri soggetti abilitati all’esercizio del credito in Italia, garantito da SACE e controgarantito dallo Stato, e avrà come limite di importo:

  • il 25% del fatturato del 2019 o ultimo bilancio approvato,
  • oppure il doppio della spesa salariale annuale per il 2019 o ultimo bilancio approvato.

Che ruolo ha il Fondo Centrale di Garanzia?

Lo stesso Decreto Liquidità, infatti, prevede per tutte le PMI (imprese fino a 499 dipendenti) che l’intervento diretto del Fondo Centrale di Garanzia con garanzia pubblica può variare al presentarsi dei seguenti requisiti:

  1. Garanzia al 90% fino a 499 dipendenti senza alcun limite di fatturato con importo massimo del finanziamento non superiore a uno dei tre seguenti parametri, alternativi tra loro: 

• il 25% del fatturato 2019;

• il doppio della spesa salariale annua per il 2019 o per l’ultimo anno disponibile; 

• il fabbisogno dei costi del capitale di esercizio e per costi di investimento nei successivi 12 o 18 mesi.

2.Garanzia al 100% (con l’intervento di un Confidi ) fino a 499 dipendenti, con un fatturato d’impresa massimo di € 3.200.000,00 con importo massimo del finanziamento non superiore ad uno dei seguenti parametri alternativi tra loro:

• il 25% del fatturato 2019; 

• il doppio della spesa salariale annua per il 2019 o per l’ultimo anno disponibile .

Finanziamento fino a 30.000 euro, a chi è rivolti e come ottenerlo?

I finanziamenti fino a 30.000 euro, sono garantiti dallo stato al 100% e possono richiederlo le seguenti categorie di lavoratori/aziende:

  • PMIartigianiprofessionisti o chi in generale esercita un’attività d’impresa, comprese le persone fisiche in possesso di Partita IVA che esercitano arti e professioni per le quali non è prevista l’iscrizione ad un Albo o Ordine Professionale riconosciuto;
  • agenti di assicurazione, subagenti di assicurazione e broker iscritti alla rispettiva sezione del Registro unico degli intermediari assicurativi e riassicurativi, associazioni professionali e società tra professionisti;
  • enti del Terzo settore, compresi gli enti religiosi civilmente riconosciuti, esercenti attività di impresa o commerciale, anche in via non esclusiva o prevalente o finalizzata all’autofinanziamento.

Questa formula prevede una durata massima di 120 mesi con un preammortamento minimo di 24 mesi fino ad un massimo di 36 mesi non superiore, comunque, a uno dei seguenti parametri:

  • il 25% del fatturato; 
  • il doppio della spesa salariale annua per il 2019 o per l’ultimo anno disponibile (compresi gli oneri sociali e il costo del personale che lavora nel sito dell’impresa ma che figura formalmente nel libro paga dei subcontraenti).

come risultante dall’ultimo bilancio depositato o dall’ultima dichiarazione fiscale presentata ovvero da altra idonea documentazione, anche mediante autocertificazione

Le condizioni di tasso di favore sono previste dallo stesso Decreto Liquidità n.23/2020.

Per chi avesse, invece, già richiesto in questi mesi un finanziamento fino a 25.000,00 € con durata massima di 72 mesi, la legge n.40 del 5 giugno 2020, riserva delle opportunità che si potranno utilizzare separatamente o congiuntamente in base alle proprie esigenze:

• estensione della durata del finanziamento originario (da 72 mesi a 120 mesi);
• aumento dell’importo finanziato con un nuovo finanziamento aggiuntivo (da 25.000,00 euro a 30.000,00 €);

estensione della durata del finanziamento originario e aumento dell’importo finanziato con un finanziamento aggiuntivo. (Opzione congiunta per la quale bisognerà procedere con due richieste separate seguendo i rispettivi processi).

Se anche tu vuoi accedere alle nuove misure attivate dal Decreto Liquidità chiedi una consulenza ai nostri professionisti.

Leggi anche

Contatti

Telefono

(+39) 02.76006290

Email

info@bcmcons.it

Indirizzo

via P. Mascagni n. 22, 20122 Milano MI • Italy